ARTISTI

 MARTA SUI TUBI
  Marta sui Tubi - Lostileostile




LOSTILEOSTILE è il nuovo esplosivo disco dei MARTA SUI TUBI, il sesto della loro carriera. Il disco esce il primo aprile (NoMusic/Believe), a tre anni dal precedente “Cinque, la luna e le spine” e contiene tredici canzoni eterogenee, potenti, delicate, emozionanti, fuori dagli schemi

 

 I Marta Sui Tubi nascono come duo, formato da Giovanni Gulino e Carmelo Pipitone. Originari di Marsala si trasferiscono per qualche anno a Bologna. Nel giro di pochi mesi passano dai primi concerti nei pub alle registrazioni del loro album d'esordio con Fabio Magistrali e lo pubblicano con Eclectic Circus Records a fine 2003. Tutta la stampa musicale lo accoglie come un capolavoro, mentre il video di "Stitichezza Cronica" passa ripetutamente su Mtv.
Nello stesso periodo la famiglia si allarga con l'inserimento alla batteria di Ivan Paolini.
Per tutto l'anno i Marta sono impegnati in un intenso tour in giro per i palchi di tutta Italia, mentre il disco "muscoli e dei" continua a riscuotere successo tra pubblico e critica, spinto anche dal secondo singolo: “Vecchi Difetti”. A coronamento di un esordio folgorante, al MEI 2004 i Marta vengono premiati come miglior gruppo indipendente italiano.

Dopo oltre 100 date live, i Marta sui Tubi si fermano e, nel 2005, entrano in studio con Marco Tagliola, già produttore di artisti del calibro Di Vinicio Capossela e Nada.
E' ad ottobre 2005 che il secondo album dei Marta sui Tubi vede la luce: intitolato “C’è gente che deve dormire” (V2/Eclectic Circus) è impreziosito dalla partecipazione di diversi ospiti: Bobby Solo, Moltheni, Paolo Benvegnù, Enrico Gabrielli e altri ancora.

Dal disco vengono estratti i singoli "Perchè Non Pesi Niente" e “L’Abbandono”, premiato al MEI 2006 come “Miglior Video”. Con la critica che accoglie con entusiasmo il disco ed il pubblico in crescita esponenziale, comincia il lungo tour di "C'è Gente Che Deve Dormire" che supera le 150 date: tantissimi concerti, parecchi sold-out e la certezza che i Marta sui Tubi sono una delle migliori live band in circolazione.
Indimenticabile l'esibizione sottozero in Val Senales in un igloo a 3200 metri suonando strumenti scolpiti nel ghiaccio.

A inizio 2008 i Marta sui Tubi aprono la loro etichetta “Tamburi Usati” e pubblicano il 4 aprile, “Nudi e Crudi”: un DVD+CD audio che contiente le registrazioni di diversi concerti, un documentario on the road realizzato da Anna Terra e il singolo “L'Unica Cosa”, accompagnato da un video passato in rotazione su tutte le tv musicali.

Marta sui tubi liveIl terzo disco dei Marta sui Tubi intitolato “Sushi & Coca” esce ad ottobre 2008, sempre per “Tamburi Usati”/Venus, ed è il risultato di mesi di lavoro assieme a Taketo Gohara; con l'inserimento nell'organico di Paolo Pischedda al piano e organo hammond, e Mattia Boschi al violoncello i Marta sui Tubi hanno realizzato il loro disco più ambizioso e sperimentale e anche quello di maggior successo. Tre i singoli usciti: “Non Lo Sanno”, “Cinestetica” e “La Spesa”, tutti accompagnati dai relativi video, il secondo dei quali ha vinto il premio PVI 2008 come miglior video in assoluto.
Il tour di “Sushi & Coca” ha collezionato oltre 100 date di grande successo, con tappe importanti come il Primo Maggio a Roma, Italia Wave prima dei Placebo e si è chiuso ai Magazzini Generali di Milano in compagnia di Caparezza.
I Marta sui Tubi partecipano anche al progetto degli Afterhours “Il Paese è Reale”, con il brano inedito “Mercoledì”.

Nella primavera 2010 i Marta entrano in studio con Tommaso Colliva (Muse, Calibro 35, Afterhours) per iniziare i lavori sul prossimo album. Le prime canzoni a vedere la luce sono “Coda di Lucertola”, uscita nella compilation “Materiali Resistenti” e il nuovissimo singolo “Senza Rete”, uscito il 26 aprile e attualmente in playlist su Radiodue ed accompagnato da un video realizzato da Corrado Lorenzo Vasquez.

I Marta hanno inaugurato il tour con lo spettacolo “Arte sui Tubi”, che li ha visti protagonisti alla Fondazione Pomodoro di Milano insieme ad installazioni e attori, e lo hanno chiuso a dicembre 2010 all'Angelo Mai di Roma. Altra importante apparizione è quella legata alla fiction Romanzo Criminale, con il brano “il Commissario”, uscito nella compilation distribuita da EMI e da Sorrisi e Canzoni.

Nel 2011 vede la luce il quarto album “Carne con gli Occhi”. La produzione è di Tommaso Colliva (Muse/Calibro 35/Afterhours).
“Carne con gli occhi” è stato recensito con favore dalle maggiori testate nazionali (da Repubblica a QN, dall’Espresso al Venerdì, da Sette a Internazionale e molte altre), i tre singoli “Cristiana” (marzo 2011), "Di Vino" (settembre 2011), "Coincidenze" (dicembre 2011) sono stati inseriti in playlist di Radio 2 Rai.
Il disco è stato presentato live in diverse trasmissioni radiofoniche di qualità: Radio 2 Live, Radio 3 Fahrenheit, Isoradio Rai (ZTL), Radio 2 Moby Dick, Popolare Network "speciale Patchanka".
A coronamento di un anno passato on the road con oltre 100 date, arriva a fine 2011 un doppio regalo dai Marta sui Tubi per LaRepubblica.it: un EP in download gratuito (anche sul loro sito) composto da 6 canzoni live registrate alla Casa del Jazz a Roma e al Magnolia di Milano nel luglio 2011. A questo si aggiunge un bel video live di Muratury da un concerto autunnale al Lanificio159 di Roma con la regia di Dandaddy.

Il 22 gennaio 2012 Lucio Dalla partecipa ad uno speciale evento dei MST al Teatro del Navile di Bologna. L’indimenticato cantautore, che ha scritto alcune delle pagine più belle della musica italiana, in quell’occasione esegue con i Marta splendide versioni dei classici “Disperato Erotico Stomp” (video) e “L’anno che verrà” (video). Dalla si congeda da quel concerto definendo i Marta sui Tubi “la migliore live band italiana“!
Da quell’incontro nasce la nuova versione di “Cromatica”, che diviene il quarto ed ultimo singolo tratto da Carne con gli Occhi; il brano viene  riarrangiato e nuovamente inciso in studio con la partecipazione di Dalla alla voce e al clarinetto.
Cromatica viene trasmesso da oltre 100 radio tra cui Radio 2 e Radio Capital , Radio 1, Isoradio e Radio Dee Jay; servizi ed interviste vengono realizzate dal  TG 2 Mizar , TG 1; anche Rai 5, con la trasmissione Cool Tour, gli dedica un ampio servizio.

A giugno 2012 esce la ristampa di "Carne con gli occhi" in versione deluxe,Estragon BO - 5 aprile 2013 denominata “Cromatica edition” (Tamburi Usati/Venus). I contenuti extra del doppio cd sono: “Cromatica” nella versione con Lucio Dalla, "Senza Rete”, "Coda di Lucertola” e 6 canzoni registrate dal vivo durante il tour: “La Spesa”, “Camerieri”,“Perché non pesi niente”, “Muratury”, “L’unica cosa” e “Coincidenze”.

A settembre 2012 I Marta sui Tubi partecipano ad un evento prestigioso: il Festival MITO, realizzando a Torino un concerto speciale in cui oltre la consueta scaletta viene affiancata una parte dedicata a Lucio Dalla. La band suona alcuni dei suoi brani più toccanti, tra cui Stella di Mare, Tu non mi basti mai e Le Rondini.

Il tour di “Carne con gli occhi” giunge al termine il 10 novembre 2012, con un evento sold out a Bologna, un ospite d’eccezione come Cristiano Godano dei Marlene Kuntz ed uno spettacolo pensato per l'occasione con il nome “La Notte delle Coincidenze"; il concerto chiude 18 mesi di attività live, in cui la band realizza, con 140 affollatissime date, il tour di maggior successo della propria carriera.

Il 13 dicembre 2012 sono annunciati tra i 14 "Big" che parteciperanno alla 63ma edizione del Festival di Sanremo.
Partecipano al Festival di Sanremo nella categoria “Big” con due brani, “Dispari” e “Vorrei”, duettando anche con Antonella Ruggiero nella serata dedicata ai brani storici di Sanremo, con un bellissimo arrangiamento di “Nessuno”.

Il 14 febbraio 2013 è uscito "CINQUE, LA LUNA E LE SPINE", il loro quinto album.
Entrambi i brani presentati al Festival di Sanremo sono trasmessi da tutti i principali network nazionali tra cui Radio 1 e Radio 2, R101, Radio Deejay, Radio Capital, Radio Italia, Virgin Radio, RTL e moltissime altre radio, collezionando anche moltissime  interviste.
Il disco viene presentato in diverse trasmissioni di prestigio come :  Radio 2 Live, Che tempo Che fa” - Rai 3, Radio 2 Moby Dick , Live@Virgin Radio, Stile Libero di Radio 101.  Numerosi anche i servizi  televisivi all’interno dei TG1 TG2 e TG3  Rai,  TG Sky e in alcuni programmi di LA 7 come “Piazza Pulita” e “La Malaeducaxxxion”

Il Primo Maggio 2013 salgono per la seconda volta sul palco del Concertone di Piazza San Giovanni a Roma, trasmesso in diretta su Rai 3. L’esibizione, tra le più apprezzate e coinvolgenti, ha visto in scaletta “Dispari”, “Tre”, “Divino”, “Cromatica” e “Vorrei”.
Nel giugno 2013 esce in edicola con il mensile XL di Repubblica "Cinque, la luna, le spine e il live" l'esclusivo album dal vivo che contiene quindici brani live, registrate live all‘Alcatraz di Milano più Nuotando nell’aria dei Marlene Kuntz, cantata con Cristiano Godano al TPO di Bologna.

L’inizio del 2014 vede i Marta sui Tubi impegnati in una serie di date all’estero tra Germania (Berlino e Francoforte) e Spagna (Madrid, Barcellona e Valencia). In occasione del minitour iberico esce l’EP in digitale “DE VINO”, contenente la versione in lingua spagnola dei brani :  “Di Vino”, “Cromatica”, “L’unica cosa”.

Il 17 giugno 2014 esce "Salva Gente" il primo Best of dei Marta sui Tubi con la raccolta dei  loro brani più importanti.  L’uscita è anticipata a Maggio dal singolo omonimo "Salva Gente", con la collaborazione del Maestro Franco Battiato.

Nella raccolta trovano posto anche l'altro inedito "A modo mio", l'emozionante duetto con Malika Ayane nella nuova versione de “La Ladra”, l'irresistibile tiro swing della Bandakadabra ne "Il giorno del mio compleanno" e “Cromatica” con Lucio Dalla, considerata uno dei capolavori dei Marta sui Tubi. Nuove versioni infine per i classici "L'Abbandono" e "Vecchi Difetti".

Il primo Best of ha dato il via al “Salva Gente Tour”, una lunga serie di concerti che ha visto i Marta sui Tubi attraversare tutta la penisola, in veri e propri happening di piazza d’estate, e in affollate feste nei più importanti live club italiani durante la stagione autunnale.

Nel novembre 2014 viene presentato in anteprima al 32° Torino Film Festival "Senza Lucio" il documentario di Mario Sesti che ripercorre per immagini e voci la vita  di Lucio Dalla.  I Marta sui Tubi insieme ad altri artisti come Peppe e Toni Servillo, Charles Aznavour, Paolo Nutini, John Turturro I fratelli Taviani, Isabella Rossellini hanno partecipato al film documentario raccontando il loro personale ritratto del grande artista bolognese.

Il 2015 dei Marta sui Tubi si apre con le prestigiose partecipazioni dal vivo alla trasmissione tv di Rai3 “Che Tempo Che Fa”.  La band è ospite musicale del programma di Fabio Fazio per quattro puntate consecutive, proponendo mini live in esterna da alcuni luoghi d’arte d’Italia tra cui Palazzo Reale a Milano e Palazzo Pitti a Firenze.

Il 3 Marzo 2015 esce la ristampa del disco d’esordio dei Marta sui Tubi “Muscoli e Dei” (Antenna Music Factory/Sony Music) L’album, uscito nel 2003, ha dato il via alla carriera della band e ad oggi è considerato un caposaldo della musica rock alternativa italiana.

Il 2016 è l’anno del loro sesto album, dal titolo LOSTILEOSTILE, disco reso possibile con il fondamentale contributo dei fan che ne hanno supportato la produzione aderendo a una importante campagna di crowdfunding.

 

ESTRATTO DI RASSEGNA STAMPA DEL DISCO "SALVA GENTE"


Ritmica sostenuta e testo che “incita a non perdere la voglia di migliorarsi in questi tempi difficili”, Salva Gente è uno dei due inediti che formano una track list di diciannove canzoni, in cui spicca anche la rivisitazione della ballad La Ladra, cantata in coppia con Malika Ayane.”Con questo cd vogliamo mostrare le tante facce musicali dei Marta sui Tubi”
IL VENERDI DI REPUBBLICA – intervista di Emiliano Coraretti del 20 giugno 2014

Bisogna pur farsi dei regali. I Marta sui tubi, per il loro decimo anno di carriera si sono regalati un The best of. Nel farlo, se si festeggia lo si fa bene, si sono giocati anche un po’ di jolly: Malika Ayane nella rinnovata “La ladra”, Lucio Dalla che dà nuova luce alla bella “Cromatica”. Per la title track del disco hanno tirato furi la collaborazione con Franco Battiato.
IL FATTO QUOTIDIANO – recensione di Diletta Parlangeli del 4 luglio 2014

..Ora arriva un’antologia che segna il passo di dieci anni di lavoro assieme e di un percorso  in cui non c’è niente di scontato (..) Una prova è il singolo in cui appare Franco Battiatoche da il titolo a “Salva Gente”: non ci sono mezze misure nella scelta di abbracciare la canzone d’autorea modo loro, per dirla con Gulino “perché il nostro modo di affrontare le difficoltà è sempre stato militante, nel senso più creativo del termine”.
AUDIO REVIEW – recensione di John Vignola di agosto 2014

Per il loro decimo anno hanno pensato innanzitutto di fare un regalo ai fan organizzando un lungo tour estivo in giro per l’italia, e poi di fare un regalo a se stessi pubblicando un best of con due inediti mica male: a partire da Salva Gente, brano a cui ha collaborato Franco Battiato.”Abbiamo inserito anche pezzi storici, come li suoniamo oggi insieme ai nuovi componenti del gruppo:  mi piace l’idea che alcune canzoni continuino a trasformarsi dopo la pubblicazione”
TU STYLE – intervista di  Cristiana Gattoni del  28 maggio 2014

Un ritorno importante con un disco pieno di collaborazioni: ” Presenteremo un album che raccoglie i brani che più ci hanno segnato per i nostri primi dieci anni di carriera, con due iniditi. Quello che ha dato il nome al disco è frutto di una collaborazione con Franco Battiato, il risultato di un incontor casuale che , per noi di origine siciliana, ha il sapore di un punto di arrivo.”
IL RESTO DEL CARLINO  -intervista di PierFrancesco Pacoda del26 giugno 2014

“Diciamo che è un bignamino dei Marta sui Tubi, una sorta di compendio per chi si approccia a noi per la prima volta. Chi ci conosce invece troverà le nostre canzoni ritoccate, cresciute, cambiate ed evolute, con una veste sonora nuova”.
LA SICILIA – intervista di Luca Ciliberti del 17 giugno

Oltre dieci anni di carriera, un percorso artistico credibile e mai scontato, cinque album in studio ed un incessante attività dal vivo, fatta di centinaia di concerti che li ha portati ad essere una delle  band più amate e seguite del rock italiano. I Marta sui Tubi raccolgono in Salva Gente i loro brani più importanti.
IL GIORNALE DELL’UMBRIA  - articolo del 4 luglio 2014

Irrefrenabili, ironici, scanzonati i Marta sui Tubi non si prendono troppo sul serio neanche quando si apprestano a festeggiare i dieci anni di attività, e lo fanno con Salva Gente, un disco che ripercorre la loro carriera musicale ma guai a definirlo un greatist hits.
IL QUOTIDIANO DI BASILICATA – articolo del 17 giugno 2014

Sono passati 10 anni. 10 anni di vita per una formazione in grado di affermarsi piano piano, suonando, macinando chilometri e ore di palco, di festival, di locali in ogni angolo d’Italia (..) Un percorso che viene adesso raccontato, ricordato, celebrato con un Best-of, “Salva Gente”, in uscita a giugno, anticipato da un singolo omonimo, che vede un featuring d’eccezione. Franco Battiato. “Abbiamo cercato di non fare una collezione di singoli, ma di scegliere le canzoni più significative, quelle che ci chiedono di più ai live… alcune sono state ri-registrate e riarrangiate, nel modo in cui le suoniamo adesso. “
A GENTILE RICHIESTA il Blog di Federica Gentile – intervista del 28 maggio 2014

Leggendo la biografia del gruppo senza far caso alle date, però, sarebbe normale pensare a una carriera ben più estesa: tra assestamenti, traslochi, dischi, tour, incontri, collaborazioni, iniziative ed esperienze di ogni genere, i cinque hanno vissuto la loro storia con grande intensità, correndo come centometristi ma dosando le energie come maratoneti. E non sbagliando mai strada. “Salva gente” contiene addirittura diciannove tracce, e il numero elevato fa già comprendere come per i musicisti non debba essere stato facilissimo identificare i momenti più rilevanti del loro percorso.
FANPAGE - LA TORRE DI BABELE – recensione di Federico Guglielmi del 1 luglio 2014

Eccoci qui, quindi, a festeggiare i dieci anni dei Marta sui Tubi con i brani più rappresentativi della loro carriera, scelti non solo con la meticolosa cura dei padri partorienti ma donando a essi nuove vesti e aprendo al contempo le porte al futuro. Più che di un “memoriale”, infatti, questo disco ha le sembianze di un regalo per vecchi e nuovi estimatori, ma la missione primaria verte sui punti che da anni li distinguono: scatenare una reazione, smuovere le prospettive, riflettere, celebrare gli errori del quotidiano e la volontà di non restare fermi a farsi triturare.
JUST KIDS – recensione di Giulia Palummieri del 27 luglio

Diciannove canzoni che ci hanno toccato il cuore, che ci hanno aiutato a volare, che ci hanno dato le forze per affrontare le difficoltà della vita e che, quest’ultima, l’hanno sempre celebrata e amata. Un salvagente vero e proprio, formato da melodie inconfondibili, a cui affidarci quando stiamo per affondare, o quando non abbiamo voglia di nuotare ma vogliamo lo stesso goderci il mare, coccolati dalle onde.
LAMUSICA ROCK –  recensione di Eleonora Montesanti del 7 luglio 2014